Strage San Gregorio, 37/mo anniversario

Era il 10 novembre del 1979, quando, al casello autostradale di San Gregorio di Catania, la mafia uccise tre carabinieri: il vice brigadiere Giovanni Bellissima, 24 anni, e gli appuntati Salvatore Bologna, 41 anni, e Domenico Marrara, 50 anni, in servizio al Comando Provinciale di Catania. Il commando entrò in azione per liberare e uccidere, dopo qualche giorno, il boss Angelo Pavone, "faccia d'angelo", che doveva essere trasferito nel carcere di Bologna. Questa mattina al casello autostradale di San Gregorio, il sindaco Carmelo Antonio Corsaro e il comandante provinciale dei carabinieri di Catania, colonnello Francesco Gargaro, hanno deposto una corona d'alloro davanti al monumento che ricorda la strage. A seguire è stata celebrata una messa. Il colonnello Gargaro ha invitato i giovani a "rifuggire da qualsiasi forma di illegalità nella consapevolezza di rappresentare il futuro della società onesta ed operosa che fonda le proprie radici anche nella memoria di chi è caduto nel servire la Patria. (ANSA).

ANSA

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Strade insicure per il Giro d'Italia, Bronte chiede 70 mila euro alla Regione
  2. Ginnastica Artistica: a Regalbuto il campionato provinciale Libertas
    EnnaPress.it
  3. Ruba una cassetta della posta e scappa, un denunciato a Catania
  4. Oggi il giovane regista ennese Davide Vigore presenta il video promozionale sul Museo Varisano 'Musa'
    EnnaPress.it
  5. Circo all'interno del campo di calcio di Valguarnera, il presidente del Valguarnera 2010 Santamaria replica all'assessore Trovato
    EnnaPress.it

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

San Teodoro

FARMACIE DI TURNO