Pubbliservizi: auto per spesa, 5 sospesi

Usavano l'auto di servizio per andare in villeggiatura, o, mentre erano ufficialmente al lavoro o in ferie, per andare a fare acquisti in negozi o supermercati o in agenzie di scommesse e in luoghi ricreativi. E' l'accusa contestata dalla Procura di Catania a cinque dipendenti della Pubbliservizi, società house dall'ex Provincia etnea, indagati per peculato, che sono stati sospesi dal servizio: uno per sei mesi, un altro per otto mesi e tre per 10 mesi in applicazione di un provvedimento del Gip. Al centro dell'inchiesta le indagini della squadra mobile della Questura in collaborazione con personale del commissariato Borgo-Ognina, che si sono avvalse di attività di tipo tecnico, ma anche pedinamenti e osservazioni. Per l'accusa, gli indagati "attestavano sistematicamente false prestazioni lavorative, in realtà mai effettuate, indicandone i relativi orari nonché la tipologia di lavoro svolto nel foglio presenze e nel modulo denominato riepilogo trasferta viabilità".

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Grandangolo Agrigento
  2. La Sicilia Web
  3. La Sicilia.it
  4. ANSA
  5. La Provincia di Messina

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

San Teodoro

    FARMACIE DI TURNO